Galline (non) in fuga

Chi alleva galline lo sa: vedere i propri pennuti in salute e avere la possibilità di raccogliere i frutti del proprio lavoro non ha prezzo. Per fare in modo che le galline ovaiole siano sane e producano buone uova non bisogna assolutamente trascurare le loro casette. E’ infatti risaputo che i poveri volatili spesso possono manifestare insofferenza nei confronti di un pollaio che non lascia loro uno spazio vitale adeguato. Vivere in un luogo molto angusto porta infatti spesso le galline a mettere in atto comportamenti che rivelano il loro stato di stress, come ad esempio la rimozione sistematica del piumaggio con la pica, il rifiuto del cibo e l’atteggiamento aggressivo nei confronti delle compagne.

Una grande responsabilità

Moltissime persone in Italia si dedicano all’allevamento di galline e alla raccolta delle loro uova. Allevare questi animali portare grande soddisfazione a chi pratica questa attività, ma non è certo una passeggiata. Le galline ovaiole hanno spesso infatti hanno bisogno di numerose cure ed attenzioni. Anche gli allevatori più esperti possono sbagliare, ed anche un errore che può sembare molto piccolo spesso può determinare la morte dei propri animali. Per riuscire ad acquisire abbastanza esperienza spesso sono necessari anni di sacrifici e di prove. Le galline sono esseri viventi, e come tali devono essere oggetto di costante attenzione da parte dell’allevatore. Per questo motivo allevare galline è un vero e proprio lavoro full-time anche per coloro che hanno inizialmente intrapreso questa attività come hobby.

Ad ognuno il suo spazio

Vivere in un pollaio troppo piccolo può essere deleterio per la salute delle galline. Per questo motivo da anni svariate associazioni ambientaliste si battono per far valere il diritto di questi animali di vivere in condizioni dignitose. Per condizioni dignitose si intende una casetta abbastanza spaziosa, che preveda un numero adeguato di posatoi e un accesso all’esterno. Le tipiche gabbie da allevamento in batteria, dunque, non sembrano per nulla adeguate ad ospitare delle galline. Se lo spazio a disposizione di ogni animale risulta troppo limitato, l’animale può soffrirne fino a morire prematuramente. Non bisogna poi tralasciare anche l’importanza dell’isolamento termico, che fa sì che le galline non si infreddoliscano fino a morire di freddo durante l’inverno e il collasso dovuto al troppo caldo d’estate. La casetta per galline deve inoltre contenere dei nidi che possano mettere l’animale a proprio agio quando questo va a depositare le proprie uova. Questo luogo deve essere confortevole per l’animale. Per questo motivo si imbottisce spesso la zona con trucioli di legno, segatura o paglia. Infine, è di essenziale importanza mantenere delle adeguate condizioni igieniche nel pollaio. Questo significa che l’allevatore deve andare a controllare con cadenza giornaliera che la casetta per galline non sia sporca. Ciò comporta anche l’eventuale rimozione di eventuali materiali di scarto e feci che potrebbero mettere a repentaglio anche la sicurezza alimentare delle uova. Di conseguenza si può affermare che l’allevatore debba dedicarsi ogni giorno alla cura del pollaio e che quest’ultima sia fondamentale in quanto influisce sulla salute delle galline.

berna00 Autore