Cannabis legale: come commercializzarla online

Da diversi anni si è diffusa sul mercato quella che viene comunemente chiamata canapa legale o light. Essa deriva dalla stessa pianta della comune canapa e segue quasi lo stesso processo di produzione, l’unica differenza consiste nel fatto che la pianta viene geneticamente modificata per avere un contenuto di THC tra lo 0,2% e lo 0,5%, al fine di essere venduta legalmente nel mercato italiano. I campi di applicazione della canapa sono molti e diversificati. Negli anni si è infatti diffuso il suo utilizzo sia nel campo della moda che della cosmetica, ma anche nell’ambito alimentare, attraverso la produzione di dolci e liquori; ma sicuramente il campo di maggior interesse è quello legato al consumo per combustione. Attraverso questo consumo permette di genare in chi ne fa uso, una sensazione di rilassamento muscolare e contribuisce anche a una buona qualità del sonno.

Nonostante sia presente sul mercato da diversi anni, la canapa legale non sembra aver raggiunto la diffusione che i governi auspicavano. Ma qual è il modo migliore per commercializzarla? Sicuramente la vendita online presenta dei vantaggi rispetto ai negozi fisici: possibilità di acquistare a tutte le ore ed essere trovati facilmente da un numero maggiore di persone. Questo è possibile investendo in un’efficace strategia di vendita.

Vendere canapa online: controllo e qualità

Come già detto, vendere la canapa legale online permette di raggiungere più facilmente un maggior numero di persone. Prima di procedere è bene ricordare che questo settore è sottoposto a rigidi controlli da parte delle autorità, per questo motivo è necessario fare attenzione ai prodotti che si scegliere di commercializzare, scegliendo quelli di alta qualità e con tutte le certificazioni del caso. Ad oggi la disciplina che regola la vendita di canapa legale è piuttosto ambigua, per questo motivo è necessario rimanere sempre aggiornati sulle novità e sugli aggiornamenti della legislatura. Una delle cose più importanti da fare è il controllo delle etichette, dei lotti e delle certificazioni, nonché l’affidabilità dei fornitori ai quali ci si rivolge. Affinché un prodotto messo in vendita online rispetti la legge, il titolare deve richiedere al fornitore un resoconto preciso e dettagliato delle caratteristiche di ogni singolo prodotto. È importante inoltre conservare tutta questa documentazione sia per tutelare il cliente finale sia in caso di eventuali controlli.

Vendere canapa online: alcuni consigli pratici

Per vendere efficacemente la canapa online la prima cosa da fare è sviluppare un sito web ad hoc, facile da leggere, con contenuti di qualità e nel quale vengono riportati tutti i dettagli relativi ai prodotti. A tal proposito esistono due possibilità: commercializzare canapa legale online tramite franchising oppure farlo in proprio. Nel primo caso il titolare dovrà occuparsi solo marginalmente dell’e-commerce o della pubblicità in quanto generalmente stabilito dalla casa madre; qualora si decidesse di farlo in proprio, al fine di acquisire maggior visibilità ed essere trovati più facilmente, è necessario investire in campagne di ottimizzazione e posizionamento, nonché campagne pubblicitarie. Attraverso questi mezzi, si avrà più possibilità di essere notati nei motori di ricerca e consentirà ai tuoi visitatori di trovare il tuo sito web più facilmente attraverso le loro ricerche. Per questo motivo, e per evitare possibili complicazioni, in caso si scegliesse questa seconda opzione, la scelta di rivolgersi a un’agenzia web è consigliabile, se non si ha dimestichezza in materia.

Nonostante la crescente diffusione della cannabis legale è importante tenere a mente che questo è un settore in constante evoluzione, per non rischiare di farsi cogliere impreparati è importante rimanere aggiornati sulle normative in materia e stare al passo con le novità sulla commercializzazione e sulla vendita online.

Franco Basile Author