Perché sottoporsi ad un intervento di rinoplastica

Intervento di rinoplastica: di cosa si tratta

Con il termine rinoplastica si fa riferimento ad un intervento chirurgico che ha come obbiettivo la correzione delle diverse problematiche del naso.

Questa operazione coinvolge principalmente l’osso nasale, la cartilagine e il setto nasale. Per questa ragione viene generalmente eseguito per correggere problematiche di natura congenita o traumatica quali gobba nasale, narici dilatate, punta rivolta verso il basso e molto altro.

L’intervento può essere eseguito secondo due tecniche principali ovvero la rinoplastica standard e la cosiddetta rinoplastica aperta (anche conosciuta come open rhinoplasty)

Nel primo caso l’operazione viene eseguita dal chirurgo raggiungendo l’osso, passando dall’interno del naso. La seconda tipologia prevede un procedimento differente nel quale si incide la cute del naso scoprendo lo scheletro.

In entrambe le situazioni, il chirurgo può decidere, in base alle necessità, allo stato di salute di paziente e alla tipologia di intervento da eseguire, se procedere a seguito di un’anestisa totale o locale.

Perché sottoporsi ad un intervento di rinoplastica?

Come accennato precedentemente, questa operazione viene effettuata per correggere problematiche congenite o traumatiche.

Per questa ragione solo un medico chirurgo può decidere se sia necessario, per il paziente, sottoporsi a questo intervento.

Tuttavia, in generale, la rinoplastica può risolvere problematiche quali:

  • difficoltà respiratorie,
  • deviazione del setto nasale,
  • presenta di una gobba sul dorso del naso,
  • il cosiddetto naso grosso ovvero una sproporzione tra questo e le dimensioni del volto,
  • naso storto ovvero la pendenza naturale del naso verso un lato del volto,
  • naso aquilino ovvero la naturale pendenza della punta del naso verso il basso,
  • punta del naso grande o larga (sproporzione naturale della punta rispetto al naso stesso),
  • fratture conseguenti ad un trauma.

Non solo, alcuni pazienti decidono di rivolgersi ad un professionista per modificare l’aspetto complessivo del proprio naso a livello prettamente estetico. Queste operazioni vengono generalmente sconsigliate poiché, considerando tutte le fasi dell’intervento, le eventuali difficoltà dell’intervento e del post-operatorio potrebbe non essere conveniente.

Dunque, i professionisti procedono ad effettuare una rinoplastica generalmente nei casi di necessità ovvero patologie e problematiche congenite e di natura traumatica che variano il funzionamento dell’apparato respiratorio. In questi casi il chirurgo procederà con alcune visite di approfondimento al fine di valutare la condizione di salute generale del paziente e la situazione del naso, del setto e se esistono problematiche di natura medica. Solo a questo punto si potrà procedere con una rinoplastica. Questa potrà essere eseguita con diverse tecniche in base alle necessità del paziente e a ciò che bisognerà correggere durante l’intervento. È possibile trovare informazioni riguardo alla chirurgia estetica a Torino sul sito https://enricofruttero.it.

berna00 Autore