Una scelta d’arredo per rendere unica la tua casa: i lampadari di design

Sposta quel mobile nell’altro angolo, dobbiamo prendere dei mobili per la cucina meno profondi, quella libreria la voglio più altra, il letto deve essere basso… Che vi siate appena trasferiti in un nuovo appartamento, che siate nella vostra casa di lunga data o stiate dando una mano a qualcuno a rinnovare la propria, l’illuminazione finisce sempre per essere l’ultimo dei pensieri. Un peccato, perché grazie ai lampadari di design molte case considerate “senza carattere” si trasformano in piccoli rifugi che nulla hanno da invidiare a case ben più appariscenti.

Come valorizzare gli spazi attraverso la luce

Il soggiorno è uno dei punti centrali della casa, solitamente il primo che si incontra appena entrati e quello dove si ricevono gli ospiti, quindi è particolarmente importante che sia ben illuminato e valorizzato. Cominciamo chiedendoci se vogliamo mettere uno o due lampadari: se la stanza è sufficientemente ampia metterne due è una scelta d’effetto che valorizza le sue dimensioni, mentre è meglio optare per un lampadario singolo se la metratura è più piccola; possiamo compensare scegliendone un più stravagante della media, magari un lampadario a cascata, se il soffitto è abbastanza alto. Se lo stile scelto per la casa è “shabby chic” è meglio orientarsi verso materiali come l’ottone, il ferro battuto e la ceramica.

Quando si tratta di cucina sono tutti concordi nel dire che sia il vero cuore della casa e per questo non può essere trascurata per quanto piccola possa essere. Generalmente i colori della cucina sono caldi quindi si può scegliere un lampadario sugli stessi toni, con il rischio che passi inosservato nell’ambiente, oppure osare un contrasto più netto come il nero, il bianco o colori metallici. Se lo stile della cucina è minimalista, un lampadario d’avanguardia la vivacizzerà un po’ e la renderà meno “asettica”.

Per quanto riguarda il bagno, difficilmente si sbaglia scegliendone uno di stile moderno a cui si possono associare luci a LED, che garantiscono un’elevatissima qualità della luce e sono estremamente versatili. Dato che non si scaldano possono essere associate a materiali delicati come il legno e la plastica dando a chi arreda la possibilità di sbizzarrirsi con i materiali.

Errori da evitare mentre si arreda la casa

Chi non ha mai fatto scelte d’arredo che poi ha finito per rimpiangere? Anche senza essere geni del design, se seguiamo alcune semplici regole potremo evitare di passare per una stanza coprendoci gli occhi per non vedere quel terribile lampadario scelto in un momento di follia.

Se la nostra casa ha tinte bianche, grigie o beige, sarà meglio evitare luci di colore neutro che non porterebbero nulla all’ambiente. Scegliamo invece un colore acceso come il rosso. Al contrario, se la stanza da arredare è molto colorata è meglio scegliere un lampadario dai toni neutri, che risalterà proprio per l’assenza di colore.

Se il nostro è uno stile minimalista, optare per una luce dai temi floreali o con linee curve darà una piacevole frizzantezza alla stanza. Se invece è più barocco scegliere una luce dalle linee squadrate, magari di colore nero, eviterà di dare un senso di oppressione quando ci si trova nell’ambiente.

Insomma se dovessimo riassumere in poche parole questa piccola guida potremmo dire che si deve “giocare con i contrasti”.

berna00 Autore